Esempi di compiti autentici

Qui i titoli e i prodotti delle attività di apprendimento di compiti autentici progettati e realizzati da insegnanti di scuole del primo ciclo nel corso dei laboratori realizzati nel corso dell’A.S. 2015 – 16

Compiti autentici scuola dell’Infanzia

A.Il filo delle storie… in valigia – 4 e 5 anni (Storia da animare ai bambini della scuola dell’infanzia e realizzazione di un prodotto dell’esperienza da mostrare ai genitori a fine anno)

B.Noi e il tempo – 5 anni (Realizzazione grafica di un calendario personale, seguendo una metodologia di lavoro individuale e autonomo)

C.Mercanti in fiera (Mercatino con la vendita dei prodotti del proprio orto adeguatamente confezionati)

D.Benvenuti a bordo 5 anni (accoglienza dei nuovi iscritti e presentano il contesto-scuola persone e ambienti, ricoprendo i ruoli di hostess e steward esercitando la funzione di tutor)

E.Io contadino… trasformo in orto il mio giardino (I bambini producono la verdura  per mangiarla insieme e un vademecum da utilizzare in altri contesti, es. l’orto in terrazzo, da distribuire a tutti i bambini e lasciare a scuola per gli anni successivi.

Compiti autentici scuola Primaria

A.L’orto multimediale – 3^ (Realizzazione di un prodotto multimediale (e-book) da condividere in rete per la valorizzazione dei prodotti tipici locali)

B.Artisticamente: viaggio nell’arte – 4^ (Guida informativa per i genitori / le classi che in futuro organizzeranno una visita negli stessi luoghi)

C.Oggi la spesa la faccio io – 1^ (Realizzazione di un lapbook  di classe e un opuscolo  per ricordare la stagionalità di frutta e verdura  e per proporre alle famiglie ricette realizzate con ingredienti stagionali)

D.C’era una volta… e c’è ancora – 5^ (depliant turistico sul paese di Bettona)

E.Ti Lego a contare! – 2^ (Semplici Video-lezioni di matematica)

F.I benefici del miele – 2^ (Produzione di un documentario per conoscere le proprietà nutritive del miele da presentare agli alunni e ai genitori. Produzione di un manifesto pubblicitario sull’uso del miele come sostegno alle attività dell’apicoltore.

Compiti autentici scuola Secondaria di primo grado

A.Genova, turisti non per caso – 2^  (Schede informative di alcuni monumenti genovesi in formato digitale che saranno utilizzate durante la visita d’istruzione a Genova)

B.Troppo troppo poco… cambiamenti della cultura alimentare – 3^ (Evento culturale con drammatizzazione di poesie relative al cibo, presentazioni video, invito)

C.Io tour operator in erba – 1^ (Brochure informativo sull’itinerario prescelto verrà tradotta anche in inglese e francese)

D.Oltre ogni limite 3^ (Presentazione multimediale per il museo scientifico polare locale per l’accoglienza dei visitatori. Riflessione sul desiderio di superare il limite, inteso come spinta verso la conquista dello spazio, come superamento delle proprie difficoltà e riflessione su se stessi e sui limiti umani)

E.L’altra bellezza – 2^ (campagna pubblicitaria manifesto e un video riguardanti i temi dell’alimentazione ed utili a diffondere e far riflettere gli alunni sui concetti non stereotipati di bellezza, sia dal punto di vista fisico che artistico

 Qui di seguito alcune buone descrizioni di compiti autentici

  1. I bambini realizzeranno a fine anno la vendita di sacchetti profumati, contenenti alcune piante aromatiche (rosmarino, menta, salvia e origano) che sono state coltivate durante l’anno scolastico.  Lo scopo è quello di conoscere le piante aromatiche tipiche della stagione primaverile, piantarle e prendersene cura. Segue il confezionamento e la vendita.
  2. Gli alunni pubblicizzeranno i benefici del consumo consapevole alla salute dell’individuo dei vegetali succitati, nella dieta quotidiana per promuovere comportamenti alimentari consapevoli attraverso la conoscenza della stagionalità e dei valori nutrizionali di vegetali tipici della stagione invernale (carciofo, radicchio rosso, zucca)
  3. Gli alunni progettano, organizzano e realizzano un momento conviviale per festeggiare la fine dell’anno scolastico
  4. Gli alunni realizzeranno articoli di giornale o reportage sul territorio approfondendo aspetti storici, ambientali, scientifici. Il lavoro intende promuovere lo sviluppo del senso critico nella fase di ricerca dei materiali, il potenziamento delle abilità di scrittura, la capacità di relazionarsi con autonomia attraverso interviste, raccolta e rielaborazione di dati statistici, storici e geografici sul nostro territorio ricavati anche dall’osservazione diretta di elementi naturali, immagini e oggetti della cultura materiale.
  5. Esplorare e analizzare gli spazi verdi della città per farne una guida all’utilizzo da parte dei bambini segnalando all’amministrazione comunale le eventuali carenze e sollecitare gli interventi necessari
  6. I bambini scoprono i dolci natalizi consumati in famiglia anche nel passato e confezionano a loro volta dei dolci
  7. Gli alunni sono chiamati a confrontarsi in maniera interdisciplinare con una risorsa materiale di grande tradizione in questo territorio: il valore dell’elemento legno sia da un punto di vista materiale (tattile, essenze), che da un punto di vista scientifico (le piante e il regno vegetale) nonché storico-antropologico (lavorazioni e manufatti).
  8. Si realizzerà una brochure illustrativa sui principi di una sana alimentazione da consegnare al comune, ai genitori e alla ASUR di riferimento e così gli alunni svilupperanno una consapevolezza sull’importanza della sana alimentazione attraverso un raccordo interdisciplinare
  9. Gli alunni saranno coinvolti in una esplorazione di uno spicchio del centro storico, con realizzazione di reportage fotografico dei monumenti/punti di interesse che verranno inseriti in un itinerario cittadino da loro graficamente realizzato.
  10. Gli alunni studiano il fiume Tenna e realizzano un documento in formato audio-video e cartaceo volto a promuovere l’ambiente toccato dallo stesso fiume. Il prodotto realizzato sarà fruibile on line e sul sito della scuola.
  11. Realizzazione di una presentazione video in cui gli alunni mostrano, come in un servizio televisivo, le foto scattate durante le loro gite all’Expo accompagnati da brevi commenti. Il video verrà presentato e condiviso con gli altri alunni durante l’evento di chiusura dell’Expo. Altri alunni della classe quinta come giornalisti della redazione “Striscia l’Expo 2015” saranno stati guidati a ricercare, raccogliere, analizzare e rielaborare notizie e informazioni riguardanti l’Expo.
  12. Realizzare, confrontando il proprio elaborato con il gruppo classe, il manifesto per la recita natalizia utilizzando immagini e didascalie appropriate per pubblicizzare l’evento.
  13. Gli alunni realizzano un orto nel giardino della scuola, in collaborazione con l’amministrazione comunale, che mette a disposizione risorse economiche, materiali ed esperti (agronomi, operai comunali, nonni, agricoltori…).
  14. Gli studenti realizzano una campagna pubblicitaria consistente in un manifesto e un video riguardanti i temi dell’alimentazione ed utili a diffondere e farli riflettere sui concetti non stereotipati di bellezza, sia dal punto di vista fisico che artistico – culturale.
  15. I bambini dell’ultimo anno della scuola dell’Infanzia accolgono i nuovi iscritti e presentano il contesto-scuola (persone e ambienti), ricoprendo i ruoli di hostess e steward esercitando la funzione di tutor
  16. In occasione dell’inaugurazione di una scultura donata da un genitore alla scuola, tutte le classi di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado organizzano una festa. Per gli alunni di seconda il compito consiste nell’ideare, scrivere e portare in scena una breve drammatizzazione sul comportamento di piante e animali in primavera, dopo un percorso di osservazione sul territorio e ricerca sui testi e nel web.
  17. Gli alunni realizzeranno un dépliant turistico sul paese di … Lo scopo sarà quello di promuovere il turismo per valorizzare un territorio con un patrimonio ambientale, storico, artistico/culturale da riscoprire. Si raccoglieranno informazioni attraverso ricerche ed interviste, uscite sul territorio per osservare le mura, il borgo, le chiese, la Pinacoteca e il paesaggio.
  18. Gli alunni affronteranno il tema dei cambiamenti stagionali osservando i ciliegi confinanti con la scuola, annoteranno i cambiamenti osservati con il supporto di studi scientifici per meglio comprendere i processi evolutivi dell’albero. In un dipinto saranno riprodotte tutte le trasformazioni vegetative e la fase riproduttiva dell’albero Con un sondaggio tra le famiglie degli alunni, si verificherà la diffusione delle piante di ciliegio nel comune di …… e una raccolta di ricette per capire l’utilizzo di questo prodotto alimentare nella cucina locale. Al momento della maturazione, con le ciliegie raccolte verrà organizzato un momento conviviale in cui gustare i frutti stessi. Gli scarti del frutto usato, andranno ad alimentare il compost dell’orto scolastico Infine gli alunni organizzeranno l’esposizione del lavoro svolto in vista della mostra di fine anno, e lo presenteranno ai familiari e agli studenti.
  19. Gli alunni, divisi in gruppi di lavoro, creano schede informative in formato digitale dei monumenti e dei luoghi da visitare a Genova durante il viaggio di istruzione nel centro storico. Qui i ragazzi, opportunamente divisi in gruppi, diventeranno “guide turistiche” avvalendosi del lavoro svolto
43 people like this post.

Be Sociable, Share!