Categoria: Analisi e riflessioni

28 Mag di Gianni Marconato

Insegnare, una professione intellettuale?

Il docente un intellettuale? È una domanda che ci si pone quando si cerca di identificare la natura dell’insegnamento e quando si vuole qualificare  il suo status professionale. A questa domanda, spesso segue la sconfortante conclusione: ” ahimè, l’insegnante è sempre meno un intellettuale e sempre più un burocrate della didattica”. Ma cosa significa “intellettuale” […]
8 Gen di Gianni Marconato Tag:,

Problem solving, un vero problema (1)

  Il primo di una serie di tre post per una introduzione al Problem Solving che chiarisca, a partire dai lavori di David Jonassen, come a questa importante attività cognitiva facciano capo differenti tipi di problemi e come ognuno di questi vada affrontato con strategie operative e cognitive differenti. Affronterò, in questo primo contributo l’evoluzione […]
2 Gen di Gianni Marconato Tag:,

Inflazione di innovazione

  Vorrei ricordare a tutti gli autoproclamati “innovatori” che, nella storia, quando di “innovazione” si è trattato, lo si è potuto vedere a posteriori, mai mentre, mai mentre la si agiva e che la “qualifica” di innovatore è sempre stata attribuita da altri, magari autorevoli e indipendenti, esponenti della comunità di appartenenza. 4 people like […]
26 Nov di Gianni Marconato

Il neoliberismo a scuola e altre ragioni per il NO

Il tentativo di cambiamento della costituzione in atto è solo un tassello di una politica globale  tendente a concentrare (per quanto riguarda l’ambito politico ) il potere decisionale nelle mani di pochi in modo da sveltire le decisioni che sono ritenute importanti. I “lunghi” processi democratici di consultazione, confronto e mediazione non sono accettabili da […]
17 Nov di Gianni Marconato Tag:, , ,

Cambiare silenziosamente i curricoli

È quanto sta avvenendo nella scuola italiana. Una delle principali critiche mosse da tutto il mondo della scuola e da non pochi intellettuali agli interventi strutturali introdotti dal governo Renzi nel 2015 è stata quella di non aver posto mano alla configurazione dell’assetto epistemologico della scuola stessa, intervenendo sulla struttura dei curricoli ritenuti da tutti […]
16 Ott di Gianni Marconato

Furto legalizzato di tempo per imparare

Si discuteva attorno ad uno stimolo di “riflessione” proposto da un sitarello che si occupa di scuola, riflessione che io ho definito più adatta ad incartare i Baci Perugina che ad attivare una vera riflessione su quale sia il ruolo dell’insegnante. Lì si diceva che se si insegna oggi come si insegnava ieri derubiamo il […]
1 Set di Gianni Marconato

La scuola divisa

  Leggevo giorni fa il rilancio fatto da una DS di un articolo di un giornale online (credo fosse Orizzonte Scuola) che a suo dire non faceva altro che buttare benzina sul fuoco riportando il caso di (presunte) malefatte di un suo collega oggetto di un’ispezione. Il senso del suo intervento era: basta insulti ai […]
19 Ago di Gianni Marconato Tag:,

I mediocri hanno vinto

  Lo scenario si chiarisce. Tante tessere vanno al loro posto, leggendolo. E la strategia appare in tutta la sua spaventosa evidenza (Cit. un’amica). Siamo presi così (nella società, nella politica, nella scuola, nell’economia ….) perchè, silenziosamente ma inesorabilmente (una rivoluzione anestetizzante, la chiama l’Autore) sono al comando i mediocri, quelli che il filosofo canadese Alain Doneaut […]
10 Dic di Gianni Marconato Tag:, ,

La scuola malata

Ogni organizzazione che si rispetti ha le proprie patologie: sono presenti al suo interno abitudini, atteggiamenti, pratiche disfunzionali al suo funzionamento. In termini psicologici si può parlare di “disturbi” lievi o di una certa intensità e vicini alla nevrosi ma anche disturbi gravi di tipo psicotico. Sono patologie che in ragione della loro intensità limitano […]
5 Nov di Gianni Marconato Tag:,

Le colpe lontane

Assisto ad un compulsivo condividere un commento di Massimo Gramellini su La Stampa di oggi sull’episodio (da condannare senza incertezza) della diffusione di video di insegnanti fatta da studenti. La conclusione è che la “colpa” dei ragazzi è ” …di avere dei genitori così”, cioè genitori che difendono sempre e comunque i figli o minimizzando […]
1 Nov di Gianni Marconato Tag:, ,

Il male oscuro (degli insegnanti)

  Ho letto di una iniziativa per Dirigenti Scolastici promossa da un USR sulla delicata questione del “malessere” degli insegnanti, una tematica di grande attualità e rilevanza. “Burnout e insegnanti problematici – aspetti gestionali e documentali” è il titolo, e parrebbe il seguito del bel convegno La scuola che brucia, tenutosi a Treviso la primavera scorsa. […]
16 Ott di Gianni Marconato

Insegnanti che non amano insegnanti

Forse sarebbe stato più corretto titolare “odiano”ma ogni tanto mi sforzo di essere politically correct, e va bene cosi! Non di rado leggo e sento insegnanti che sono molto critici verso i loro colleghi. I rilievi che più spesso vengono mossi è di non essere professionali, di avere poca passione per il lavoro che fanno, […]
9 Ott di Gianni Marconato Tag:,

Brainwashing in aula

  La questione è se la scuola aiuti le persone a realizzare le proprie risorse e aspirazioni oppure sia finalizzata ad asservirle a disegni di altri. Ovvero, la scuola tra omologazione e liberazione. “I want a nation of workers, not thinkers.” – John D Rockefeller  La questione non è abolire la scuola come istituzione totale […]
26 Set di Gianni Marconato Tag:, , , ,

Giorgio Israel, un intelletuale controverso e scomodo

Certamente controverso (passatemi la presunzione) anche per me  visto che più e più volte in questo blog  ho criticato energicamente, spero avendo sempre argomentato il mio punto di vista. Solo negli ultimi tempi avevo sentito di condividere alcune sue posizioni, soprattutto quando parlava di valutazione, di INVALSI, di senso della scuola. Ho, quindi, riletto con […]
15 Set di Gianni Marconato Tag:, , ,

Vedere possibilità, non limiti (negli studenti)

Didattica banale Avrei voluto scrivere qualcosa per l’inizio della scuola ma non trovando parole mie intelligenti uso quelle di  Rosetta Zan. Sono state dette all’apertura del XX congresso dell’Unione Matematica Italiana e toccano una questione che per me rappresenta il vero problema della nostra (non solo italiana) scuola: la banalità di tanta didattica, quella che […]
18 Ago di Gianni Marconato

Perché è difficile valutare la scuola?

Avevo scritto questo post parecchi mesi fa, in piena guerra per una scuola più o meno buona. Mi ero dimenticato di pubblicarlo e lo ho ritrovato nel corso delle pulizie agostane dei miei luoghi in rete. Lo trovo attualissimo, anche se il dibattito si è spento. La valutazione fa bene  Io credo che chi lavora […]
20 Lug di Gianni Marconato Tag:,

Perchè abbiamo la pessima scuola?

L’idea di scuola renziana è realtà ed abbiamo ora, certificata, la pessima scuola. Ce ne faremo una ragione. A questo punto conviene aver chiaro che scuola ci troviamo ad avere, passo dopo passo, mano a mano che le novità verranno rese operative, quando anche le importantissime questioni lasciate alle deleghe, autentiche cambiali in bianco, prenderanno […]
13 Mag di Gianni Marconato

Come si costruisce una buona scuola?

L’insegnamento è una pratica che si costruisce e si arricchisce secondo due dimensioni, una sociale e una personale. La dimensione sociale è quella del miglioramento incrementale, della costruzione sul lavoro di altri: si osserva cosa fanno altri colleghi, si riproducono quelle pratiche (traendone ispirazione più che copiando), si migliorano, si restituiscono, arricchite, alla comunità. La […]
18 Apr di Gianni Marconato

Perché tanti insegnanti sono contrari alla didattica innovativa?

Non si tratta delle solite e ataviche resistenze all’innovazione: in fin dei conti, perché cambiare se non se ne vede un valido motivo? Le ingiunzioni tipo “il mondo è cambiato e deve cambiare anche la scuola” non hanno alcun effetto. Come non servono a nulla le colpevolizzazioni saccenti: “perché non cambi? Ma non ti accorgi […]
17 Apr di Gianni Marconato

Cosa uccide una scuola già morta? La sua irresponsabilità

Una scuola che è già morta e che si ripete stanca ed inefficace, l’irresponsabilità di certi dirigenti ed insegnanti (le classiche “mele marce” che assolvono tutti?), lo scaricabarile come stile di vita e metodo di lavoro, la superficialità e il disinteresse nelle relazioni umane, la scuola senza amore. Ho appena ricevuto una mail da una […]