Categoria: Analisi e riflessioni

16 Apr di Gianni Marconato

Sono “bambini-impermeabile” o “insegnati-impermeabile”?

Scorrendo di prima mattina la “rassegna stampa”, mi imbatto in un post di una stimata collega che nel ruolo di mamma dice, “giù di morale”: Uscita dal cdc della classe di mio figlio, dove sono rappresentante… Davvero i ragazzi di oggi possono essere così?? Poco dopo precisa Apatici, demotivati, refrattari, … ignavi?? Sembra siano tutti […]
9 Apr di Gianni Marconato

Perchè la didattica trasmissiva è un residuato bellico del passato? Bauman e la visione balistica dell’istruzione

Sono mille le ragioni per le quali una didattica trasmissiva non è più funzionale agli scopi dell’istruzione agli inizi del terzo millennio: la natura del sapere contemporaneo, gli approcci alla conoscenza, gli scopi della conoscenza, il ruolo della scuola e dell’insegnante. Ogni forma di didattica che adottiamo è funzionale all’apprendimento: Dei “contenuti” che in un […]
7 Apr di Gianni Marconato

Perché non è Renzi che sta distruggendo la scuola pubblica?

Renzi, Giannini, Profumo, Gelmini … sono solo degli utili idioti al servizio di una strategia iniziata da tempo e tesa a distruggere la scuola pubblica così come la avevamo conosciuta, una scuola per la crescita delle persone, una scuola per la loro autonomia di pensiero, una scuola per persone libere e liberate. Una strategia volta […]
5 Apr di Gianni Marconato

Perché la scuola non è e non può essere un’organizzazione verticale?

Le ipotesi di una dirigenza scolastica con ampi poteri o con incarico a termine pongono la questione di quale sia l’organizzazione ottimale della scuola. Ottimale non in senso assoluto, non nel senso di “migliore”, ma di “adeguata” o “coerente”: adeguata e coerente con la mission della stessa e con i meccanismi di funzionamento che consentono […]
26 Mar di Gianni Marconato

Chi è l’insegnante del 27?

Un’amica insegnante mi scrive. Non mi resta che pubblicare integralmente tanto il testo è immediato ed efficace. Occorre, prima o poi, mettere a nudo la figura dell’insegnante del 27… quello che, come XY  della mia scuola, è più un parassita del sistema…che si nasconde dietro i programmi, dietro i fondi, dietro i disturbi dell’apprendimento, dietro […]
24 Mar di Gianni Marconato Tag:, ,

Come si può fare una sensata politica di innovazione scolastica? La Finlandia, per esempio …

Premesso che non ha alcun senso estrapolare una pratica educativa da un contesto diverso socialmente, culturalmente e normativamente, ma quanto sta avvenendo in Finlandia ci può insegnare alcune cosette che possono andare bene anche da noi, almeno come modeste linee guida per sensate politiche scolastiche. Per cambiare serve: Una visione pedagogica di una scuola per […]
10 Nov di Gianni Marconato

Si può contrastare la mutazione genetica della scuola?

Non credo si possa fare tanto: il contesto è quello, sempre meno soldi pubblici per la scuola “pubblica” ( pubblica come funzione, non come finanziamento) e sempre maggior dipendenza da soldi privati, sempre più standardizzazione globale del pensiero. Cosa, poi, i privati vogliano in cambio di soldi, non si sa. Si potrebbero sempre trovare dei […]
29 Ott di Gianni Marconato

Abbiamo all’orizzonte l’insegnante “più bravo” degli altri?

Intrigante provocazione quella fatta da Lucio Ficara su La tecnica della scuola: con l’avvento del “merito” (non ne sono contrario, dipende dai criteri con cui si determina) potrebbe scattare quella che l’autore definisce da “primo della classe” e che così magistralmente dipinge: Sono quei colleghi dall’ego sproporzionato, che si sentono i più bravi di tutti, […]
24 Ott di Gianni Marconato

Perché la scuola pubblica sta subendo una mutazione genetica?

Uso, non a caso, il termine “subire” al posto del lessicalmente più appropriato “avere”. Non è una mutazione naturale, è una mutazione indotta da qualcuno e subita da qualcun altro. Nulla di improvviso, come tutte le mutazioni. Lentamente, un piccolo ed impercettibile passo alla volta e ad un certo punto ti guardi intorno e non […]
22 Giu di Gianni Marconato Tag:

Perché bisogna salvare la scuola anche da se stessa?

Guardata dall’esterno, ma anche dall’interno, la scuola così come è fatta, non funziona. Non funziona, o funziona male, per quello che il mondo le chiede: formare persone che vengano promosse nella vita, non persone che vengano promosse a scuola. Inutile evidenziare che più che di “scuola” si dovrebbe parlare di  “scuole”, ma parlare ancora di […]
21 Mag di Gianni Marconato Tag:, ,

Le scie chimiche le disperde l’INVALSI?

Tra  complottismi, nuovo ordine mondiale e dura realtà. Ogni valutazione non è oggettiva o neutra perché porta con sé un’ideologia: quella dei vincenti. Questo post (politico) è sulla valutazione, a favore della valutazione e, perché no, dell’INVALSI. Ma … Il messaggio è chiaro: chi impara cosa e come diciamo noi (*) sarà premiato. Non ci sono dubbi, non […]
4 Mag di Gianni Marconato

Esistono anche i falsi innovatori? Ovvero, le bande dell’innovazione

Primo: forse, più che “falso”si potrebbe dire “sedicente” innovatore. Secondo: devo dichiarare il mio “amore” intellettuale  per Salvatore Pirrozzi, un (insegnante) intellettuale dotato di grande senso dell’ironia Un pensatore gaudente che così stempera la pallosa serietà dell’intellettualetuttod’unpezzo. Pagato questo debito affettivo, veniamo al dunque, all’oggetto che ha scatenato questo mio outing. Salvatore in una serie […]
18 Apr di Gianni Marconato Tag:

Quanta innovazione c’è nei progetti di innovazione?

Ovvero, il marketing (urlato) dell’innovazione, fa bene all’innovazione? Di innovazione urlata sono pieni i social network e la stampa. La troviamo negli eventi autoprodotti e negli endorsment di politici tutt’altro che disinteressati. Tanti progetti di “innovazione”, ovviamente, di grande “successo”. A ben guardare, quasi sempre si tratta di autocertificazioni rilanciate su stampa amica. Premesso che: […]
16 Feb di Gianni Marconato

La scuola ha davvero bisogno di soldi?

Di certo i 13 miliardi sottratti alla scuola in questi anni si fanno sentire. Di certo senza soldi freschi la scuola non cresce. Hai voglia di riforme “a costo zero”! Ma quando i soldi arrivano, cosa succede? Vediamo un caso. Più che basarmi su umori e/o su questioni di principio, raccolgo il punto di vista […]
7 Mar di Gianni Marconato

Dove inizia il cambiamento?

Poco fa mi stavo preparando la colazione; un occhio alla caffettiera ed uno al tablet, dove stavo leggendo un articolo citato su FB da Laura Antichi, grande cacciatrice di succose notizie in rete (grande, non solo per questo),  e la domanda mi si è piantata in mente. Questo breve post è un tentativo di risposta. […]
17 Feb di Gianni Marconato

Per fare soldi bisogna essere conservatori?

Mi sono posto questa domanda mentre leggevo un libro sull’uso del iPad nella didattica. Per la verità, più un “libretto di istruzioni” di quelli che abitualmente si trovano nelle scatole dei prodotti che un manuale/ricettario di didattica. L’oggetto in questione è uno strumento innovativo (l’iPad non può essere definito diversamente, sia chiaro), ma l’utilizzo che […]