Perché non ho letto “La buona scuola”?

22 Ott di Gianni Marconato

Perché non ho letto “La buona scuola”?

buona

Non ho letto il Renzi – pensiero sulla scuola, né lo leggero. Né lo commenterò, ovviamente (ovviamente ma non tanto, visti tanti commenti al buio).

In realtà avevo iniziato a leggerlo ed a buttare giù le mie riflessioni, ma ho presto desistito per varie ragioni.

  1. Sono stanco di leggere le buone intenzioni del politico di turno;
  2. Fino a che non vedo soldi aggiuntivi, non spostati da altri capitoli di bilancio, non mi interessa alcuna ipotesi sulla scuola;
  3. La “consultazione” è un falso  approccio democratico; E’ retorica della democrazia;
  4. La decisione finale, se mai si materializzerà qualcosa, non sarà in alcun modo influenzata dai punti di vista di chi la scuola la fa (insegnanti, dirigenti, studenti, famiglie);
  5. Sulla scuola ci sono idee, punti di vista, valutazioni, che coprono un range praticamente infinito: trovi di tutto ed il contrario di tutto, quindi Renzi & Giannini troveranno di certo nelle posizioni di qualcuno un avallo a qualsiasi loro decisione;
  6. Mi sono stancato di lamentarmi (e di sentir lamentele) per le pessime condizioni della scuola italiana e non sento aria per essere ottimista. Quindi, mi occupo di altro e preferisco lavorare con insegnanti e dirigenti che la buona scuola, quella con la b minuscola, quella di tutti i giorni, la fanno senza tanti proclami.
12 people like this post.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.