(2) Breve cronaca delle tecnologie digitali nella didatticha: i 4 tempi

19 Nov di Gianni Marconato

(2) Breve cronaca delle tecnologie digitali nella didatticha: i 4 tempi

Nella cronaca dello sviluppo degli usi didattici delle tecnologie identifico 4 “tempi” cui corrispondono specifiche caratteristiche

Passato: e-learning o delivery mode

  • Dove si trova: sopravvive nella pratica ed in regressione
  • Il focus è dato dalla costruzione, dall’organizzazione e distribuzione di informazioni/contenuti
  • Si svolge in ambienti centralizzati e gerarchici
  • La “piattaforma” è rappresentata dai Learning Management Systems
  • Strumenti tipici sono LMS basati sull’organizzazione e distribuzione di contenuti
  • I contenuti sono pre-strutturati dal docente
  • L’elemento caratterizzante sono i contenuti

Presente:Collaborative & Networked learning

  • Dove si trova: è presente nella concettualizzazione e nella pratica ed è in crescita
  • Il focus è dato comunicazione, dalla collaborazione e dalla, costruzione di artefatti
  • Si svolge in ambienti centralizzati e gerarchici
  • La “piattaforma” è rappresentata da Learning Management Systems + altri strumenti
  • Strumenti tipici sono gli LMS basati sull’organizzazione e sulla gestione di attività di apprendimento, LAMS
  • I contenuti sono costruiti dagli allievi su strutture predisposte dai docenti
  • L’elemento caratterizzante è la collaborazione

Futuro prossimo: Connected learning

  • Dove si trova: è presente nella concettualizzazione e, con “segnali deboli” ma sempre più forti, nella pratica
  • Il focus è dato dalle reti sociali, dalla condivisione di risorse, dalla costruzione di conoscenza
  • Si svolge in ambienti decentrati, “personali” e connessi
  • La “piattaforma” è rappresentata dal Web 2.0 e PLE (Personal Learning Environment)
  • Strumenti tipici sono Blog, Wiki, e-portfolio, tagging,folksonomie, RSS, ….
  • I contenuti sono sviluppati dalla comunità e condivisi
  • L’elemento caratterizzante è la condivisione

Futuro remoto: Immersive learning

  • Dove si trova: è presente in approcci visionari ed in sperimentazioni pre-prototipali
  • Il focus è dato dalla visualizzazione, dalla manipolazione, dall’interagire e costruire
  • Si svolge in ambienti “immersivi”
  • La “piattaforma” è rappresentata dal “Metaverso” (ambienti 3D)
  • Strumenti tipici sono Active World, Second Life, ambienti 3D
  • I contenuti sono sviluppati dalla comunità e condivisi
  • L’elemento caratterizzante è la costruzione 3D e la manipolazione di oggetti

Ulteriori lezioni:
3) si impone progressivamente un ruolo attivo, da co-protagonista, della persona che apprende
4) la piattaforma è sempre più aperta e plurale

% Segue (2)

Be the first to like.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.